Per il mio Paese sono un pericolo, sono tenuta in un ‘lockdown forzato e costante’ da otto mesi”. Così a Ogni Mattina, su Tv8, Maria Edgarda Marcucci, per tutti Eddi, l’italiana che ha combattuto contro l’Isis a fianco dei curdi (nelle file delle Ypj) nel giorno in cui è attesa la sentenza d’appello del Tribunale di Torino sulla sua sorveglianza speciale. Per lei è stato indetto un presidio di solidarietà proprio fuori dalle aule di giustizia.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coronavirus, ancora lunghe file di ambulanze e auto fuori dal Cotugno di Napoli: il video

next
Articolo Successivo

Morto nel bagno del Cardarelli, parla il direttore dell’ospedale di Napoli: “Pronti a chiarire, afflussi sostenuti non vuol dire abbandono dei pazienti”

next