– Il gup di Milano Manuela Cannavale ha rinviato a giudizio 22 imputati, società compresa, e ha condannato, in abbreviato, a un anno di reclusione una persona, per la vicenda con al centro il caso Bt Italia, la controllata di British Telecom. Il giudice che ha accolto la richiesta dei pm Silvia Bonardi e Monia Di Marco e ha fissato il dibattimento per il 26 gennaio davanti alla seconda sezione penale del Tribunale. Le principali accuse ipotizzate a vario titolo sono false comunicazioni sociali (per gli anni 2013 e 2014 è stata dichiarata la prescrizione) ed emissioni di fatture false per 58 milioni.

Il caso delle pratiche contabili scorrette della controllata era emerso nell’autunno 2016, quando l’amministratore delegato e il direttore generale erano stati sospesi. Nel frattempo la revisione svolta da Kpmg aveva messo in luce che il problema era più vasto di quanto previsto e la svalutazione da 145 milioni di sterline prevista all’epoca era lievitata fino a 530 milioni

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Eddi Marcucci, in Europa i jihadisti agiscono indisturbati mentre chi ha combattuto Isis è alla sbarra

next
Articolo Successivo

La Procura indaga sull’apertura estiva delle discoteche in Sardegna: l’accusa è di epidemia colposa

next