Continua la corsa del coronavirus in alcuni paesi europei. La Gran Bretagna registra una impennata di decessi da Covid 19, con l’ultimo bollettino che annuncia 492 nuovi morti, mentre ieri erano 397. I contagi delle ultime 24 ore sono 25.177, un dato superato soltanto lo scorso 21 ottobre (26.688). In questa situazione, il Parlamento ha approvato a stragrande maggioranza il secondo lockdown per l’Inghilterra che entrerà in vigore giovedì. I voti favorevoli sono stati 516 e i contrari 38.

La Francia ha registrato 40.558 nuovi positivi – numero probabilmente provvisorio per problemi tecnici nel meccanismo di comunicazione dei risultati dei tamponi a Santé Publique France – e 396 morti nelle ultime 24 ore contro i 426 di ieri. Sale così a 38.674 il numero dei decessi dall’inizio dell’emergenza.

Intanto la Spagna ha registrato un fortissimo aumento del numero totale dei morti per coronavirus, per effetto di una revisione della metodologia con cui vengono registrati i casi e i decessi: dai 36.495 di martedì salgono a 38.118. Madrid ha adottato misure di contenimento regionali.

Secondo l’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) c’è stata una “ulteriore accelerazione” nella diffusione di Sars Cov 2 in Europa, dove si contano circa la metà dei nuovi casi – ovvero 33 milioni – riportati la scorsa settimana a livello globale. In un report settimanale, l’agenzia Onu afferma che i Paesi europei hanno anche registrato un 46% di aumento di decessi rispetto alla settimana precedente. I decessi sono aumentati anche nelle Americhe, ma qui solo con un tasso del 2%. In Europa, sono Francia, Italia e Regno Unito ad avere registrato i più alti numeri di contagi. In Europa si sono verificati più di un milione 700mila contagi, con un aumento del 22% rispetto alla settimana precedente. In generale, si registra una crescita significativa dei decessi.

Il totale dei casi al primo novembre è di circa 46 milioni nel mondo, con 1,2 milioni di morti. Nel continente americano e nella Regione del Mediterraneo orientale si segnalano piccoli aumenti dei contagi, mentre il Sud-est asiatico continua a riportare un calo dei nuovi casi e decessi. I Paesi con il maggior numero di infezioni si confermano gli stessi del mese scorso: Stati Uniti, India e Francia. Dall’inizio della pandemia 9 Paesi hanno totalizzato oltre un milione di casi confermati: Stati Uniti, India, Brasile, Russia, Francia, Spagna, Argentina, Colombia e Gran Bretagna. Cinque hanno riferito più di 40mila morti: Stati Uniti, Brasile, India, Messico e Gran Bretagna.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Presidenziali Usa 2020: i risultati elettorali analizzati dal direttore del CeSI, Gabriele Iacovino. Rivedi la diretta

next
Articolo Successivo

Danimarca abbatterà tutti i 15 milioni di visoni del paese: “Alcuni hanno trasmesso all’uomo mutazione del Covid, così vaccino a rischio”

next