“Il presidente Inps all’atto dell’insediamento prendeva emolumenti di molto inferiori al suo predecessore. C’è stato un riassetto dei vertici, si sono insediati i Cda, e sulla base di provvedimenti governativi e regolamentari è stato necessario rivedere gli emolumenti del presidente dell’Inps e dei membri del Cda. Se guardate le tabelle ancora oggi il presidente Inps prende emolumenti inferiori rispetto a ruoli paragonabili”. Così il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, rispondendo a una domanda a margine dell’incontro con la presidente della confederazione svizzera sul caso che ha coinvolto Pasquale Tridico.

“Il tema è che ci sono ancora cittadini che aspettano ancora la cassa integrazione e dobbiamo lavorare giorno e notte. Basta un solo lavoratore che aspetta ed è un problema”, ha concluso Conte.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Recovery Fund, audizione del ministro Speranza in Senato: la diretta in commissione Sanità

next
Articolo Successivo

Conte: “Calo del Pil contenuto sotto la doppia cifra, dato confortante”

next