Circa 70 balene sono bloccate in una baia della Tasmania, isola al largo dell’Australia, e un gran numero di esperti si sta mobilitando nella speranza di salvarle. Le balene si trovano a Macquarie Harbour, sulla costa occidentale dell’isola, scarsamente popolata e aspra, dove si ritiene che i mammiferi si siano incagliati su un banco di sabbia. Spiaggiamenti di massa di balene si verificano relativamente spesso in Tasmania, ma il gran numero di animali coinvolti stavolta allontanano la prospettiva di un salvataggio. Tempo fa, tuttavia, una megattera che era rimasta bloccata in un fiume tropicale nel nord dell’Australia, è riuscita da sola a ritrovare la strada dell’oceano nel giro di due settimane.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Onu, aumentare le ‘Aree Protette’ per aiutare il clima? Una grande bugia verde

next
Articolo Successivo

Tasmania: più di 500 balene spiaggiate, molte sono già morte. Sono rimaste incagliate in una secca

next