“Io sto solo facendo una campagna referendaria per una causa giusta. Questa non è una battaglia solo del Movimento 5 stelle ma è una battaglia di buon senso. Noi con questo referendum ci adeguiamo ai numeri europei“.Così il ministro degli Esteri Luigi Di Maio, a margine della tappa a Casavatore, in provincia di Napoli, durante il suo tour per la campagna referendaria. “Nessuno mi venga a parlare di democrazia o di rappresentatività. Tutti i cittadini che sto incontrando mi dicono che voteranno sì. A me interessano i problemi che riguardano i cittadini e le famiglie e agli italiani non interessano le dinamiche di partito e di movimento”

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

SALVIMAIO

di Andrea Scanzi 12€ Acquista
Articolo Precedente

Referendum, Carlassare: “Se passa il No nulla verrà più cambiato. Meno parlamentari? Quel che conta è il loro rapporto con gli elettori”

next
Articolo Successivo

Politici col bonus 600 euro, Tridico risponde alla Camera ma continua a prendere tempo. Serracchiani: “Audiremo il Garante privacy”

next