“Di cosa dovrebbe avere paura Griezmann, di un ragazzino basso e mezzo autistico? Se ha un problema con Messi, può mangiarselo”. È polemica dopo la frase pronunciata da Cristophe Dugarry, ex attaccante di Bordeaux, Milan e Barcellona, ai microfoni di Radio Monte Carlo. Il riferiemento era al numero 10 argentino del Barcellona e alla sua difficile convivenza con Griezman. Immediate, dopo la rivolta sui social, le scuse dell’ex attaccante.

“Sono sinceramente dispiaciuto per le mie dichiarazioni su Lionel Messi. Non volevo offendere le persone con disturbi autistici, non era mia intenzione. Mi scuso con le persone che ho offeso”, ha scritto sui propri profili social, quando però ormai le sue parole avevano fatto il giro del web. Dugarry però ha sparato a zero anche contro il tecnico dei catalani, Quique Setien, sotto i riflettori dopo aver quasi perso il duello con il Real Madrid nella Liga: “Setien? È un brav’uomo ma non ha l’attitudine del grande tecnico. Sono sicuro che non abbia niente contro Griezmann. È semplicemente un incompetente“. Insomma, l’ex attaccante non ha risparmiato proprio nessuno.

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coni, per le elezioni federali è “liberi tutti”: si potrà votare da settembre al post-Olimpiadi. Così i presidenti sono avvantaggiati

next
Articolo Successivo

Italia 90, 30 anni dopo – Riccardo Ferri al Fatto.it: “Italia-Argentina continua a togliermi il sonno. Napoli? Il pubblico di Roma era diverso”

next