Alle 11.36 del 14 agosto 2018 una sezione di 200 metri del viadotto Polcevera crolla. Sono 43 i morti, 16 i feriti, 566 gli sfollati dalle case sotto il ponte. Da quel giorno, i funerali, i primi indagati, le demolizioni e il nuovo ponte. Fino all’ultimo tassello, posato oggi. Nella videoscheda, tutto ciò che è successo da quel tragico giorno d’agosto di due anni fa.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coronavirus, le società di trasporto pubblico: “Necessario eliminare l’obbligo di 1 metro di distanza. Siano imposte solo mascherine”

next
Articolo Successivo

Coronavirus, la Puglia anticipa i tempi: dal 29 via libera al cibo da asporto in bar e ristoranti, cimiteri aperti e ok alla pesca amatoriale

next