Tamponi all’aperto, nel complesso di Santa Maria della Pietà della Asl 1 di Roma, in totale sicurezza. Le persone potranno sottoporsi al tampone per il coronavirus anche in macchina mentre il personale infermieristico indossa gli idonei dispositivi di protezione. È la nuova modalità “drive-in” per test veloci. Non è, però, specifica la Asl un esame su base volontaria o a richiesta. Restano valide le stesse regole già presenti: sono gli operatori del Sisp ( Servizio di Igiene e Sanità Pubblica) a valutare ogni caso e ad invitare le persone in sorveglianza attiva con sintomi ad effettuare lo spostamento per effettuare il tampone. “La metodologia consente – ha dichiarato il Direttore Generale della ASL Roma 1 Angelo Tanese – di rendere più efficiente il servizio, velocizzare le operazioni e sottoporsi al test rimanendo comodamente seduti all’interno della propria autovettura”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Buoni spesa, a Milano da oggi si può fare domanda, ma il sito va in tilt: troppi accessi. “Non c’è ordine di precedenza temporale”

next
Articolo Successivo

Coronavirus, Bellanova: “Abbiamo bisogno di immigrati in agricoltura o funzionamento della catena alimentare sarà a rischio”

next