Il commissario straordinario all’emergenza covid-19, Domenico Arcuri, insieme al ministro della Salute, Roberto Speranza e al ministro per gli Affari regionali, Francesco Boccia, ha bloccato l’esportazione di un farmaco essenziale nella lotta al virus. Con un’ordinanza ha disposto con la requisizione (permessa per legge) del carico del quantitativo prodotto da un’azienda italiana in Lombardia. Si tratta di un farmaco utilizzato per mantenere sedati i pazienti intubati in terapia intensiva.

“La profondità e le dimensioni dell’emergenza – ha commentato il commissario Arcuri – richiedono infatti la partecipazione di tutta l’industria farmaceutica italiana e l’utilizzo della totalità delle opzioni disponibili nell’interesse dei pazienti, con il fine primario che tutti dobbiamo condividere, di fare ogni sforzo per la loro guarigione. Il farmaco sarà immediatamente distribuito agli ospedali che ne hanno bisogno”

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Coronavirus, la diretta – 47mila casi, oltre 4mila vittime. Nuova stretta del governo: chiusi parchi e giardini, attività motoria solo vicino casa. Boccia: “Bando per 300 medici volontari, è chiamata alle armi”

next
Articolo Successivo

Coronavirus, in Calabria sartoria produce gratis mascherine lavabili (anche se solo artigianali): ‘Lavoro e solidarietà i nostri valori’

next