L’allarme coronavirus porta con sé anche l’urgenza per i cittadini di lavarsi bene le mani. E così in Francia il sapone di Marsiglia sta vivendo in queste settimane un importante boom di vendite. “I nostri ordini sono raddoppiati o triplicati, la settimana scorsa c’era la fila fuori dai nostri negozi. Ma abbiamo scorte di magazzino e possiamo fare fronte a questa richiesta straordinaria”, ha detto a Le Parisien Jean-Louis Plot, amministratore delegato della fabbrica di sapone Rampal Latour a Salon-de-Provence (Provenza-Alpi-Costa Azzurra), una delle ultime quattro che producono le “mattonelle” di sapone tradizionale. “È un prodotto naturale, economico e francese”, ha detto al quotidiano Julie Bousquet-Fabre, direttore generale della fabbrica di sapone di Marius Fabre, che parla di un aumento del 30% delle vendite. Jean-Louis Plot ha spiegato al quotidiano che “i saponi, a base di oli vegetali al 100%, senza additivi, coloranti o conservanti, sono adatti a tutti i tipi di pelle, con le mani piccole e consentono lavaggi molto frequenti perché non seccano la pelle”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coronavirus, Onu avverte: “Milioni di morti se non si ferma diffusione”. Spagna, una vittima ogni 16 minuti. Boom di contagi in Germania e Usa. Johnson: “In tre mesi facciamo sloggiare il virus”

next
Articolo Successivo

Coronavirus, 23enne italiana bloccata a Londra per giorni: “Ho problemi respiratori, le parole di Johnson mi hanno fatto paura”

next