Apple ha rinnovato la propria gamma di notebook ultraportatili e tablet indirizzato a un pubblico di professionisti, annunciando i nuovi MacBook Air e iPad Pro. Le novità non sono tantissime e riguardano soprattutto le piattaforme hardware e, nel caso del tablet, anche per la tastiera, che guadagna la retroilluminazione dei tasti e, soprattutto, un trackpad. In ogni caso la strategia di Apple appare chiara, con i confini tra notebook e tablet che vanno assottigliandosi sempre più e le due tipologie di dispositivo che si fanno sempre più vicine per caratteristiche e funzioni offerte.

Partiamo dal MacBook Air. Identico per design alla generazione precedente, sarà inizialmente disponibile in con tre differenti processori Intel Core, tutti di ultima generazione: Intel Core i3, Core i5 o Core i7. Ad essi saranno abbinati da un minimo di 8 a un massimo di 16 GB di RAM, mentre la memoria interna è affidata a unità a stato solido da 256 o 512 Gigabyte, fino a un massimo di 2 Terabyte. Due porte USB-C compatibili con lo standard Thunderbolt 3 e un jack audio da 3,5 mm completano la dotazione, assieme a una batteria da 49,9 Wh con supporto alla ricarica da 30 W.

Anche il nuovo MacBook Air adotta la nuova tastiera con meccanismo a forbice. Presenti il Touch-ID e il trackpad con Force Touch, divenuti ormai uno standard nei portatili Apple. Il display è invece costituito da un pannello da 13,3 pollici IPS, con risoluzione di 2560 x 1600 pixel e rapporto di forma in 16:10. Per quanto riguarda i prezzi si parte da 1.229 euro per l’allestimento standard con Intel Core i3, 8 Gigabyte di RAM e 256 Gigabyte di SSD, fino ai 2609 euro necessari per acquistare il modello top di gamma, con Core i7, 16 GB di RAM, 2 Terabyte di SSD. Il nuovo MacBook Air è già disponibile sull’Apple Store online.

La generazione 2020 di iPad Pro eredita l’aspetto della precedente e anche il display, un Liquid Retina edge-to-edge da 11 o 12,9 pollici, con refresh rate a 120 Hz e supporto alle tecnologie ProMotion e True Tone. Cuore pulsante del dispositivo è invece il nuovo processore A12Z Bionic, un SoC su cui Apple sembra aver lavorato soprattutto per migliorare la gestione energetica, tanto che l’azienda parla ora di un’autonomia che può raggiungere le 10 ore.

Novità anche per il comparto fotografico, che comprende un sensore principale da 12 Megapixel e uno secondario da 10 Megapixel ultragrandangolare con zoom 2X. A questi si aggiungere un particolare scanner LiDAR, che offrirà funzionalità avanzate per quanto riguarda il rilevamento della profondità. Come nei modelli precedenti invece troviamo ancora una volta ben quattro altoparlanti stereo posizionati sui bordi.

I prezzi sono allineati con quelli della precedente generazione. La versione da 11 pollici di iPad Pro, con WiFi e 128 GB di memoria partirà da 899 euro, che diventeranno 1069 euro per la versione da 12,9 pollici. Gli ordini possono essere effettuati subito sull’Apple Stoe online, con le consegne previste a partire dalla prossima settimana. Per quanto riguarda invece la nuova tastiera con trackpad e tasti retro illuminati, serviranno 339 euro per quella destinata al modello da 11 pollici, e 399 euro per quella per il modello da 12,9 pollici. La disponibilità in questo caso è prevista da maggio.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Successivo

Samsung Galaxy M21, ufficiale lo smartphone di fascia media con batteria da 6000 mAh e fotocamera da 48 Mpixel

next