Un operaio di 42 anni, al lavoro nel cantiere della nuova linea 4 della metropolitana di Milano, è morto dopo esser rimasto semisepolto dai detriti a 18 metri di profondità. L’incidente è avvenuto lunedì alle 18.40 in piazza Tirana. Secondo una prima ricostruzione dell’accaduto, il 42enne è andato in arresto cardiocircolatorio subito dopo essere riuscito a liberarsi dai detriti. Immediato l’intervento dei soccorritori del 118 che hanno eseguito le manovre di rianimazione. Disperata la corsa all’ospedale San Carlo: è stato subito intubato dai medici, che hanno proseguito con i tentativi di rianimazione, ma l’operaio è morto poco dopo il ricovero. Sul posto dell’incidente anche i carabinieri e i vigili del fuoco.

Domani saranno sospesi i lavori in segno di lutto: “Martedì fermiamo i lavori della nuova linea della metropolitana – ha spiegato l’assessore alla Mobilità del Comune di Milano, Marco Granelli – e parteciperò a una cerimonia religiosa che si terrà al campo base di Buccinasco”. Il sindaco di Milano Giuseppe Sala ha espresso il suo cordoglio alla famiglia attraverso una nota: “Ho appreso poco fa della tragica morte del caposquadra che stava lavorando nel cantiere della M4. Voglio esprimere il cordoglio alla sua famiglia e la vicinanza ai suoi colleghi, sono profondamente costernato per quanto accaduto. Siamo a disposizione della famiglia per tutto quanto necessario in questo difficile e tragico momento”. Anche la società M4 spa si è detta “affranta”per quanto successo: il presidente Fabio Terragni ha detto che la società è “a disposizione delle autorità affinché possa essere chiarita con il massimo rigore la dinamica dell’incidente”.

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

MANI PULITE 25 ANNI DOPO

di Gianni Barbacetto ,Marco Travaglio ,Peter Gomez 12€ Acquista
Articolo Precedente

Meningite, sesto caso in un mese e mezzo nel Bergamasco: in ospedale il marito della donna morta 10 giorni fa

next
Articolo Successivo

Palermo, “falsi invalidi che ballavano e guidavano l’auto”: due arresti per truffa all’Inps

next