Grazie all’invenzione di Alaina Gassler, 14enne di West Grove, in Pennsylvania, i punti ciechi creati dalla carrozzeria dell’auto potrebbero non essere più un problema. La ragazza ha installato una webcam sulla parte di carrozzeria che a volte non ci permette di vedere ciò che succede fuori dalla vettura mentre guidiamo. Ciò che viene registrato dalla telecamera, poi, viene proiettato sulla parte interna del montante. Gassler, grazie al suo progetto, ha vinto il Samueli Foundation Prize (25mila dollari).

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Dalla California a Lucca: l’esport made in Italy protagonista del weekend

next
Articolo Successivo

Case intelligenti che aiutano anziani e ai disabili grazie al progetto Listen dell’UE

next