Gli smartphone sono sempre più usati in ambito lavorativo, e capita spesso di dover aprire file Word, Excel o Powerpoint allegati alle email. Non tutti però hanno sottoscritto un abbonamento privato a Office, che include anche i propri dispositivi mobili. Dopo anni di appelli, Microsoft ha finalmente deciso di rimediare a questo problema distribuendo, in versione del tutto gratuita, una nuova applicazione per Android che permette di gestire quasi tutti i documenti di Office.

Anche se non si tratta di una versione completa della celebre suite per la produttività, è utile proprio per far fronte all’esigenza contingente: permette di aprire e gestire file Word, Excel, Power Point e anche i PDF, con una sola applicazione dall’interfaccia moderna ed estremamente semplice da usare.

Al contrario di molte app gratuite per Android, non ci sono inserimenti pubblicitari. Funziona sia su smartphone sia su tablet del robottino verde, e offre la maggior parte delle funzioni che gli utenti chiedono da tempo. Parliamo ad esempio della firma di documenti PDF, della creazione di documenti da foto e della conversione degli stessi da un formato a un altro.

L’applicazione è già disponibile su Google Play Store. L’unico accorgimento per chi intende provarla è che l’ottimizzazione non è ancora terminata, quindi è possibile che ci siano piccoli malfunzionamenti, che saranno riveduti e corretti con aggiornamenti successivi.

Commenti - Non perdere ogni mattina gli editoriali e i commenti delle firme Fatto Quotidiano.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Tenere il cibo al fresco senza energia elettrica si può, grazie all’aerogel

next
Articolo Successivo

Adobe Photoshop per iPad finalmente disponibile

next