Gli smartphone sono sempre più usati in ambito lavorativo, e capita spesso di dover aprire file Word, Excel o Powerpoint allegati alle email. Non tutti però hanno sottoscritto un abbonamento privato a Office, che include anche i propri dispositivi mobili. Dopo anni di appelli, Microsoft ha finalmente deciso di rimediare a questo problema distribuendo, in versione del tutto gratuita, una nuova applicazione per Android che permette di gestire quasi tutti i documenti di Office.

Anche se non si tratta di una versione completa della celebre suite per la produttività, è utile proprio per far fronte all’esigenza contingente: permette di aprire e gestire file Word, Excel, Power Point e anche i PDF, con una sola applicazione dall’interfaccia moderna ed estremamente semplice da usare.

Al contrario di molte app gratuite per Android, non ci sono inserimenti pubblicitari. Funziona sia su smartphone sia su tablet del robottino verde, e offre la maggior parte delle funzioni che gli utenti chiedono da tempo. Parliamo ad esempio della firma di documenti PDF, della creazione di documenti da foto e della conversione degli stessi da un formato a un altro.

L’applicazione è già disponibile su Google Play Store. L’unico accorgimento per chi intende provarla è che l’ottimizzazione non è ancora terminata, quindi è possibile che ci siano piccoli malfunzionamenti, che saranno riveduti e corretti con aggiornamenti successivi.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Tenere il cibo al fresco senza energia elettrica si può, grazie all’aerogel

prev
Articolo Successivo

Adobe Photoshop per iPad finalmente disponibile

next