Nel corso delle proteste in Cile un gruppo di professori ha intonato una particolare versione di Bella Ciao. Non è la prima volta che i manifestanti cileni, che ormai da giorni stanno scendendo in piazza contro il carovita e le misure del governo, cantano la canzone simbolo della lotta partigiana. Bella Ciao è stata presa in prestito anche durante le ultime manifestazioni in Ecuador contro il presidente Lenin Moreno

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Marijuana, Colorado 5 anni dopo la legalizzazione: record di gettito, ma visite psichiatriche quintuplicate al pronto soccorso

next
Articolo Successivo

Cile, rimpasto di governo in chiave neoliberista. Proteste a Valparaiso: militari lanciano lacrimogeni anche sui bambini

next