“L’esperimento col Pd è fallito, lo dicono i numeri”. Così Stefano Buffagni, sottosegretario al ministero dello sviluppo Economico ha commentato i risultati delle elezioni regionali in Umbria. “Il capo politico è Di Maio che è la persona migliore che abbiamo – ha aggiunto a Roma, a margine dell’evento di Poste italiane sui piccoli comuni italiani – dopo di che questo non significa non allargare la catena di comando come chiedono in tanto, fermo restando che lui è un perno importante. Io sono cresciuto nell’antiberlusconismo che non ha mai portato profitti, bisogna lavorare per costruire, non per combattere qualcuno, a maggior ragione se quel qualcuno stava con me al governo fino a tre mesi fa. Dobbiamo tornare – sottolinea Buffagni – a raccontare la visione di Paese che abbiamo e che forse non sappiamo più raccontare”. Cosa fare dunque per i prossimi appuntamenti elettorali regionali? “Correre da soli come Movimento o con delle liste civiche, ma dico anche che non siamo mai obbligati a candidarci ovunque. Le cose si devono fare quando possiamo fare la differenza. Io devo andare col Pd per far cosa? Qui non si parla mai di qual’è l’obiettivo”. La foto di Narni? “Non vi posso dire cosa ho pensato” sorride Buffagni “diciamo che non porta bene fare le foto così”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

SALVIMAIO

di Andrea Scanzi 12€ Acquista