“Oggi sono felice. Io non ho mai litigato con nessuno del Pd. Però sentivo forte questo limite, il bisogno di avere un’altra strada, una strada riformista che guarda al futuro senza pensare sempre al passato con nostalgia. E questa strada non si poteva imboccare più nel Pd”. I renziani si riuniscono a Milano per il primo incontro pubblico di Italia Viva. Ettore Rosato parla a margine e si rivolge agli ex colleghi democratici: “La fiducia l’avevano persa gli italiani nel vedere un Pd così litigioso, nel vedere le nostre riforme bocciate dal dibattito interno del Pd”, spiega, facendo riferimento al Jobs Act e alla riforma della Costituzione. “Rosatellum? Non sono molto nostalgico della mia legge elettorale”, ha concluso Rosato.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Fraccaro delegato di Conte alla guida del Comitato interministeriale: dopo Giorgetti, lo spazio va al Movimento 5 stelle

next
Articolo Successivo

Furbetti del cartellino, la ministra Dadone: “Stop alle impronte digitali per incastrarli. Deprime l’entusiasmo dei lavoratori”

next