Un corteo per il diritto al lavoro di 471 navigator e per le famiglie che percepiscono il reddito di cittadinanza. Le persone che hanno vinto il concorso per navigator in Campania hanno organizzato una manifestazione da piazza Municipio alla sede della Regione per chiedere al presidente Vincenzo De Luca di firmare la convenzione che permetterebbe la contrattualizzazione, a tempo determinato, dei futuri lavoratori con Anpal Servizi. De Luca, infatti, si oppone alla sigla dell’accordo convinto che l’operazione voluta dal ministro del Lavoro, Luigi Di Maio, porti a “un aumento del precariato”. “Negare la contrattualizzazione ai navigator è montare un capriccio politico su una montagna di sabbia – hanno scritto in una nota il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, e l’assessora al Lavoro, Monica Buonanno, che si sono schierati a fianco di chi ha superato il concorso – si tratta di un grande errore mediatico: i navigator sono pagati e gestiti da Anpal Servizi, sono pagati e gestiti per un pezzo del reddito di cittadinanza. Niente a che vedere con il potenziamento dei centri per l’impiego, per quello ci sono abbondanti risorse da parte che stanno per essere ripartite tra le Regioni”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Rider, intesa M5s-Lega: “Compenso sarà mix tra paga oraria e cottimo”. Di Maio: “Parte dei nostri stipendi al fondo per lavoro disabili”

next
Articolo Successivo

Napoli, protesta dei navigator. In corteo verso la Regione Campania: “Vogliamo il contratto”

next