Alla fiera dei videogiochi E3 2019 non poteva mancare una delle aziende leader del settore, come Square Enix. L’evento di presentazione era molto atteso per l’annuncio dei titoli che gli appassionati attendevano da tempo, e che sono rimasti soddisfatti. La prima fila a va Final Fantasy VII Remake, ma l’entusiasmo si è acceso anche per Marvel’s Avenger e Dying Light 2.

Il remake di Final Fantasy VII è stato protagonista di due trailer che hanno chiarito la struttura del gameplay, definibile a tutti gli effetti come un action rpg, ossia di un gioco di ruolo d’azione in cui bisogna essere scattanti e avere riflessi pronti per riuscire. Restano gli elementi classici del settimo capitolo, ossia le magie, le Materie, e le limits, che però sono state adattate alla nuova impronta action. Del resto Final Fantasy VII Remake è una completa re-immaginazione  del gioco, che rivoluziona quanto vissuto su PlayStation nel 1997. Final Fantasy VII Remake sarà disponibile la prossima primavera su PlayStation 4, e conterrà due Blue-Ray legati alla prima parte di gioco ambientata a Midgar.

 

Oltre al gioco in sé, durante la conferenza sono state annunciate anche due collector’s edition: Final Fantasy Crystal Chronicles Remastered Edition, titolo atteso per il prossimo inverno per PlayStation 4 e Nintendo Switch, e quello di The Last Remnant Remastered, già disponibile in seguito all’annuncio esclusivamente per la console ibrida di Nintendo. Attesa per il 2 luglio è inoltre la nuova espansione di Final Fantasy 14: Shadowbringers, in cui entrano in gioco moltissime novità, come nuove razze e nuovi contenuti di trama.

 

E’ realtà anche Final Fantasy 8 Remastered, che offrirà gli stessi contenuti della versione originale, ma con una grafica completamente rimasterizzata per l’alta risoluzione. Sarà disponibile quest’anno su PC, PlayStation 4, Xbox One e Nintendo Switch.

 

Passiamo oltre e parliamo di Dragon Quest Builders 2, il secondo capitolo che riprende le meccaniche viste in Minecraft: sarà in vendita il 12 luglio su PlayStation 4. Gli appassionati di Dragon Quest apprezzeranno anche Dragon Quest XI: Echoes of an Elusive Age S – Definitive Edition, che approderà su Switch il prossimo autunno.

Altro pezzo da novanta è Daying Light 2, che arriverà nella primavera del 2020, ma l’entusiasmo per il suo arrivo non tiene testa a quello per Marvel’s Avenger, che sbarcherà su tutte le piattaforme, inclusa Google Stadia, il 15 marzo 2020. Il gioco, creato in collaborazione con Marvel e dedicato ai Vendicatori, include Iron Man, Captain America, Thor, la Vedova Nera e Hulk: i personaggi non hanno il volto degli attori dei film Disney.

 

Il filmato ci permette di vedere gli Avengers e San Francisco sotto attacco. Il gioco fonderà un’esperienza cinematografica con un gameplay d’azione in cooperativa online per quattro giocatori e la trama sarà completamente originale e verterà sull’unione della forza dei singoli eroi. Offrirà nuovi contenuti, sia in termini di nuovi eroi che nuove regioni con missioni, e uscirà su PS4, Stadia, PC, Xbox One il 15 marzo 2020.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Android Q aumenterà il benessere degli utenti con timer e pianificazioni per godersi di più la vita reale

prev
Articolo Successivo

Ubisoft si presenta all’E3 2019 con Watch Dogs Legion, The Division 2 e un nuovo store di giochi

next