Condannato a due anni e otto mesi di reclusione il maestro di 64 anni imputato a Milano per una serie di maltrattamenti nei confronti di 18 bimbi di età compresa tra i 2 e i 5 anni di una scuola per l’infanzia di Pero, nel milanese.

Lo ha deciso il giudice per l’udienza preliminare Anna Calabi al termine del processo con rito abbreviato. L’insegnante, che si è dimesso, era finito agli arresti domiciliari lo scorso novembre dopo quarantadue episodi violenti registrati dalle telecamere nascoste installate dai carabinieri.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Marco Pantani, i fotogrammi del suo corpo possono ancora dirci qualcosa

prev
Articolo Successivo

Siri indagato, la tela dell’ex deputato Arata per arrivare alle istituzioni: assessori, un ex ministro e Micciché

next