La Lega sale ancora, anche se lievemente, dal 33,4 al 33,7%. Il Movimento 5 stelle segna una lieve flessione dal 22,1 per cento al 21,8. Mentre il Pd guadagna lo 0,5%, passando dal 19,8 al 20,3%. E’ quanto emerge da un sondaggio Swg per il TgLa7, edizione dell’11 marzo, che interroga sulle intenzioni di voto in vista delle Europee. Il confronto è con la rilevazione della settimana precedente (4 marzo).

Nella settimana dello scontro sulla questione Tav, con i rapporti ai minimi termini tra Lega e M5s fino alla decisione di rinviare la decisione di sei mesi, l’area di governo rimane stabile al 55,5% dei consensi. Da segnalare la lieve tendenza di crescita del Partito democratico che da inizio marzo è guidato dal neosegretario Nicola Zingaretti.

Per quanto riguarda gli altri partiti, Forza Italia guadagna solo lo 0,1% e passa dall’8,8 all’8,9 per cento. Mentre Fratelli d’Italia perde lo 0,3 e scenda dal 4,4% al 4,1. Più Europa scenda dal 3 al 2,8 per cento; l’area di sinistra (Mdp, altri sinistra) guadagna leggermente dal 2,4 al 2,6 per cento; Potere al popolo scende dal 2 all’1,9%; Verdi-Italia in Comune passa dall’1,1 all’1,2 per cento.