Dopo aver attraversato l’Europa, il Medioriente e raggiunto il Sudan ancora in tempo per ottenere il Guinness World Record, combattendo il caldo del Sahara, scalando le montagne dell’Etiopia e sofferto le peggiori strade al mondo nel Kenya del Nord, Reza Pakravan e Steven Pawley, i protagonisti di Kapp To Cape, affrontano il momento peggiore del loro viaggio. In un ospedale di un piccolo paesino del Kenya, Reza combatte contro la malaria. Le condizioni igieniche sono scarse, quindi è costretto a tornare a Nairobi in un centro attrezzato. Dopo tre giorni di cure e riposo forzato i medici danno a Reza il permesso di ripartire: ora, per riacciuffare il record dovranno intraprendere un’impresa titanica: percorrere 225 km al giorno per raggiungere Cape Town al 100° giorno di viaggio. Riprendono così dal confine con la Tanzania, il decimo paese attraversato dall’inizio del viaggio. Quando tutto sembra procedere per il meglio, la strada si fa di nuovo impraticabile per via della ghiaia. “Un altro paio di giorni così e sono finito – commenta Reza – Non ce la faccio più né fisicamente né mentalmente. Il calore, la stanchezza, la mancanza di cibo. Sto mettendo tutto in discussione. Solo per ottenere il record ci stiamo uccidendo”. I due amici riprendono la strada, ma Reza collassa, cade dalla bicicletta ed è costretto a fermarsi di nuovo. “Dopo quello che è successo, ci siamo resi conto che il record è irraggiungibile”. dice Steven. Così, dopo aver coperto 12mila km in 82 giorni decidono di abbandonare l’obiettivo del record, ma di proseguire fino alla meta. Attraversato lo Zambia, si fermano a Livingstone per ammirare le cascate Vittoria. Di fronte a tanta bellezza Reza ricorda le ragioni che lo hanno spinto ad affrontare questa avventura: “Vale la pena continuare per dare un senso a quello che ho cominciato”. Così proseguono attraverso il Botswana con la sua natura selvaggia e grazie alle strade dritte, alla maggior possibilità di rifornimento, arrivano velocemente all’ultimo confine da varcare, quello con il Sudafrica. “Avvinandoci a Cape Town, tutto assume un significato. Sento un’onda di soddisfazione e riconoscimento della mia vecchia convinzione: più grande è la sfida, maggiore è il senso di soddisfazione”. L’accoglienza all’arrivo è coinvolgente: parenti, amici, sponsor festeggiano con Reza e Steven la fine dell’avventura.
A distanza di sei mesi i  due amici sono a Londra. Reza ha messo insieme diari, video, registri per scrivere un libro e produrre un documentario sulla spedizione. Nel frattempo sta già progettando la sua prossima avventura. Steven è tornato in ufficio, ma l’esperienza fatta ha completamente cambiato il suo modo di essere.

Kapp To Cape (4 episodi x 25 minuti) è disponibile in abbonamento su sito e app di Loft.