Nei giorni scorsi era stata diffusa la notizia di una contestazione da parte di un gruppo di ‘no-vax‘ all’indirizzo di Beppe Grillo durante il suo spettacolo a Bologna. Verso la fine dello show, un gruppo di attivisti ha esposto una serie di striscioni e contestato il comico per la sua adesione al Manifesto promosso dal virologo Roberto Burioni. Motivo di diversi attacchi al fondatore del M5s. Ad alzarsi in piedi è stata una quindicina di persone nella prima fila della balconata del teatro. Negli striscioni c’era scritto ‘Libertà di scelta‘ e ‘I morti da vaccino esistono – Grillo dimissioni subito’. Anche alcune persone dalla platea hanno urlato contro Grillo che è stato costretto a interrompere il suo monologo e ha cercato di dialogare con i contestatori, silenziati e fischiati dagli altri spettatori. Di fronte alle accuse di tradimento, Grillo ha risposto: “Non ho tradito, non sono più il capo politico di un partito. Non venite a menarmela: con quello che ho fatto per questo Paese, io non me lo merito. A volte la sanità è mancanza di informazione”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Autonomia, M5s Puglia: “Guai a creare cittadini di serie A e B”. Centinaio: “La riforma è nel contratto”

prev
Articolo Successivo

Isola d’Elba come il Regno Unito: l’idea di un tunnel sottomarino da Piombino: “Progetto top secret, costerà 9 miliardi”

next