L’ex senatore ed ex sottosegretario Luigi Grillo è stato assolto a Roma in udienza preliminare, perché il fatto non sussiste, dall’accusa di corruzione in atti giudiziari nel procedimento relativo alla lottizzazione Lagocastello, nel mantovano. Lo rende noto lo stesso Grillo in una nota.

“Il gup del Tribunale di Roma, Roberto Saulino, ha assolto anche l’ex presidente del Consiglio di Stato Pasquale De Lise, l’ex sindaco di Mantova Nicola Sodano, l’ex senatore Franco Bonferroni, l’imprenditore Antonio Muto, il commercialista Attilio Fanini e l’ex consigliere comunale di Reggio Emilia Tarcisio Costante Zobbi – spiega la nota -. Il procedimento, nato a Brescia, era stato poi trasferito a Roma per competenza territoriale“.

“Sono molto soddisfatto della sentenza e trovo molto significativo il proscioglimento in udienza preliminare, ma sono stati quattro anni pieni di sofferenza”, dichiara Luigi Grillo. “Non ho mai smesso di avere fiducia nella giustizia e nel buon operato dei magistrati – aggiunge l’ex senatore – In questo senso, mi ha fatto piacere che sia stato lo stesso pm Alberto Galanti a riconoscere l’insussistenza dell’accusa di corruzione, definendo la sentenza del Consiglio di Stato al centro del procedimento come una sentenza modello che farà giurisprudenza”, conclude Grillo.