Una lunga intervista con Enrico Letta questa sera a Che Tempo che Fa di Fabio Fazio su Rai1 che si concentra subito sulla questione migratoria “In questi anni è successo di tutto  e tutto in conseguenza della questione migratoria che non è mai stata gestita – ha dichiarato Letta  che ha poi continuato – Si è lasciata a due estremi: chi lucra sulle paure e gioca quindi a lasciare aperti i problemi e chi ….”. ma il problema dei grandi flussi non è di oggi, secondo Letta, “Quest’anno la situazione è gestibile, il problema è stato dal 2014 al 2016”. Ma sul piano umanitario è fermo “Non si può che farli sbarcare per quei diritti umanitari di cui siamo sempre stati portatori” e smentisce la dichiarazione di Salvini di aver ridotto i flussi con la politica della chiusura dei porti perché “I flussi sono calati in tutti i paesi europei la differenza è la strumentalizzazione che si fa della questione”.   Cercano sempre qualcuno con cui prendersela.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Dicotti, Salvini: “Mi vogliono processare perché faccio quello che ho promesso? Sono pronto, io non mollo”

next
Articolo Successivo

+Europa, Della Vedova primo segretario mostra il simbolo: “Congresso straordinario. Alle europee senza il nome di Emma Bonino”

next