Fa discutere l’iniziativa della deputata del M5s Sara Cunial, che ha organizzato alla Camera dei deputati una conferenza tenuta da Corvelva, il Cooordinamento regionale veneto per la libertà delle vaccinazioni, per pubblicizzare i risultati di alcune analisi condotte in laboratori privati sui vaccini, rinviando al ministero della Salute il giusto approfondimento. “Prendiamo le distanze da questa iniziativa”, ha dichiarato Francesco D’Uva, capogruppo del Movimento alla Camera, che si è fatto portavoce di un’idea condivisa da tutto il gruppo. “Cunial ha prenotato la sala in completa autonomia e a titolo personale – ha precisato ancora D’Uva – senza informare il Movimento 5 Stelle, che sulle politiche vaccinali ha già avuto modo di chiarire la sua posizione. Abbiamo infatti detto più volte che il Movimento 5 Stelle è favorevole alle vaccinazioni e chi, al suo interno, mette in dubbio il valore della scienza non rispecchia il comune sentire”.

Categorica è stata anche la ministra della Salute, Giulia Grillo: “L’Agenzia italiana del farmaco ha già risposto sul tema e contestato punto su punto i dubbi sollevati dallo studio di Corvelva. Sono risposte tecniche, non accessibili ai cittadini e lo capisco, ma dimostra che Aifa ha valutato attentamente le questioni sollevate e quindi non so cosa vadano a raccontare ai cittadini e sono totalmente contraria a questi incontri fatti senza la controparte di Aifa presente”. Sulla questione sono intervenute anche le opposizioni, con Forza Italia e il Partito Democratico che hanno chiesto al M5s di intervenire per annullare l’evento: “Ogni deputato dovrebbe avere bene a mente il senso dell’Istituzione che rappresenta. Per questo motivo, è assolutamente inopportuno che un eletto, ossia la deputata del Movimento 5 Stelle Cunial, voglia tenere all’interno della Camera dei Deputati un convegno con un’associazione no-vax”, ha ribadito la deputata di FI Annagrazia Calabria“. “Non basta la presa di distanza tardiva della ministra Grillo o del capogruppo M5s D’Uva – ha rimarcato Elena Carnevali, della Presidenza del Gruppo Pd alla Camera -. Di fatto si è consentito la ‘legittimazione’ all’associazione Corvelva, che impudentemente ha fatto delle fake news la sua mission, come quella della correlazione tra vaccini e disabilità, con una conferenza nelle sedi parlamentari”.

“Ritengo che chi ha la responsabilità politica del gruppo parlamentare Cinquestelle, un Partito che oggi esprime tra le altre figure istituzionali anche il ministro della Salute, debba sollecitare la deputata ad annullare l’appuntamento, scaricando Montecitorio della responsabilità di una iniziativa sbagliata e potenzialmente pericolosa”, ha detto Mara Carfagna, vice presidente della Camera e deputata di Forza Italia, replicando al’appello lanciato dalla Federazione nazionale degli Ordini dei Medici chirurghi e Odontoiatri (Fnomceo), che ha scritto una lettera al presidente Roberto Fico chiedendo di sospendere la conferenza.”Esprimiamo la preoccupazione del mondo medico – afferma il presidente Filippo Anelli nella lettera al presidente della Camera – per la diffusione, per di più in un luogo istituzionale come la Camera dei Deputati, di queste informazioni, che sono valutate dall’Agenzia italiana del farmaco Aifa come scarsamente attendibili e che, senza le opportune verifiche, creerebbero allarmismi ingiustificati negli operatori e soprattutto nei cittadini”. Il presidente Fico però, non è intervenuto sulla questione e, al momento, la conferenza è confermata.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Referendum propositivo, Forza Italia vs M5s: “Vuole sostituire Aule con Rousseau. Lega in silenzio, corresponsabile”

next
Articolo Successivo

Migranti, Prodi: “Unica soluzione definitiva è la fine di questa sciagurata guerra in Libia. Oggi è paese anarchico”

next