Le fasi finali dell’Esl Vodafone Championship – circuito esport organizzato da Esl Italia in collaborazione con Vodafone -, andranno in scena il 15 ed il 16 Dicembre presso il Vodafone Theatre di Milano, vedendo scendere in campo i migliori team italiani di League of Legends, Counter Strike e Rainbow Six, ed i migliori giocatori di Clash Royale con l’obbiettivo di vincere titolo di campioni nel rispettivo gioco ed una fetta del montepremi da 35.000€.

Ad aprire le danze sabato 15, ore 12:30 circa, sarà CS:GO con una finale dalle potenziali polemiche tra i Rising Note,che nella semifinale giocata online hanno sconfitto i campioni uscenti del Team Forge, ed i GameZone, che dopo esser stati messi fuorigioco nel turno precedente dai Level One si sono ritrovati riammessi in seguito alla contestata squalifica di questi ultimi. Il commento per le partite dello sparatutto di Valve sarà affidato alla già rodata coppia Simone “AKirA” TrimarchiGianni “Chianu” Chianucci.

La giornata proseguirà nella Landa degli Evocatori di League of Legends, alle 16:30 con uno showmatch che vedrà i MOBA ROG capitanati dall’influencer Paolocannone, wildcard del torneo, sfidare il pubblico in sala dopo essersi arresi in semifinale contro gli iDomina, dando ai fan la possibilità di godersi un match contro i propri beniamini. Un’ora dopo sarà il turno di un’inedita finale per incoronare i campioni EVC di LoL, da una parte i già citati iDomina, dall’altra gli Outplayed, i campioni uscenti, che in semifinale hanno eliminato i Cyberground Gaming; per la prima volta dal RedBull Factions 2017 non sarà la ormai classica finale italiana di LoL Outplayed vs Team Forge, dopo che quest’ultimi hanno visto interrompersi dopo due anni la striscia di primi e secondi posti con il 5° posto raggiunto nella fase a gironi. A raccontare al pubblico le gesta degli evocatori saranno le voci della coppia formata da Francesco “Sarengo” PapaLuther “Rengoland” Delacroiser.

Domenica mattina sarà la volta di Clash Royale, lo strategico mobile di Supercell, che vedrà i 4 migliori giocatori del torneo – BlackMamba99DarkBullbazaar e Pasti – sfidarsi nelle semifinali, ed a seguire la finale che incoronerà il primo campione EVC del gioco per smartphone. I match di Clash Royale saranno commentati da Simone “Nemos” D’Orazio e Federico “Lonny the Wolf” Della Valle.

Nel pomeriggio arriva invece Rainbow Six: Siege, come per LoL ad anticipare la finale tra il team degli End Gaming, che cercheranno di proseguire il loro dominio della scena italiana del titolo Ubisoft, e quello degli Outplayed, sarà uno showmatch, questa volta tra le squadre capitanate da due celebrità di R6: Alucc e Teknoyd. Le sfide sull’FPS tattico saranno commentate da Edoardo “Eddie” Cianciosi e Giulio “JhonsonTV” Gungui.

A presentare l’evento, che sarà trasmesso in streaming sui canali di ESL Italia, sarà da Luigi “Davdas” Ragoni, mentre le analisi post partita saranno affidate ad Ivan “Rampageinthebox” Grieco affiancato su CounterStrike da  Guglielmo “GUGLi” Carraro, su LoL da Francesco “Deugemo” Lombardo, su CR da Davide “Grax” Grasselli e, infine, su Rainbow Six da Mouad “Teknoyd“Aitrais.

Il weekend dell’EVC al Vodafone Theatre non ospiterà però solo le competizioni: durante l’intero weekend si potranno provare alcune delle nuove tecnologie che Vodafone offrirà con l’arrivo del 5G e, in anteprima per il pubblico, il nuovo DIRT Rally 2.0 di Codemaster, mentre nella giornata di sabato gli spettatori tra gli eventi di CSGO e LoL potranno assistere ad un dj set di Kenobit, all’anagrafe Fabio Bortolotti, con la sua chiptune ed in chiusura di giornata prendere parte ad un afterparty organizzato da ESL Italia. La partecipazione dal vivo è totalmente gratuita durante tutto il corso del weekend, previa registrazione agli appositi eventi sulla piattaforma Eventbrite.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L'abbiamo deciso perchè siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un'informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

“Serve” è il robot con gli occhioni luminosi che fa le consegne a domicilio

next