A molti sarà capitato di assistere a una presentazione con diapositive di PowerPoint, e di non comprendere tutto quello che l’oratore ha cercato di comunicare. O di tenere una conversazione in Skype senza capire tutto quello che dicevano gli interlocutori. Il motivo può essere che l’oratore o gli interlocutori parlavano una lingua diversa dalla vostra, o che siete ipoudenti o non udenti. Per risolvere questo problema, Microsoft ha annunciato che PowerPoint e Skype avranno presto didascalie e sottotitoli in tempo reale. La buona notizia è arrivata in occasione della Giornata internazionale delle persone con disabilità indetta dalle Nazioni Unite, e per ottenere questo risultato l’azienda statunitense ha schierato l’Intelligenza Artificiale.

Per quanto riguarda PowerPoint, il programma usato in tutto il mondo per comporre le slide delle presentazioni, si potrà scegliere se visualizzare didascalie e sottotitoli nella stessa lingua dell’oratore o in una diversa. All’esordio saranno disponibili 12 lingue parlate e sottotitoli in oltre 60 lingue. L’Intelligenza Artificiale è il perno di questa novità, perché sia le didascalie che i sottotitoli saranno realizzati in tempo reale.

Microsoft sottolinea che il riconoscimento vocale è sufficientemente evoluto e flessibile da adattarsi automaticamente al contenuto presentato, in modo da usare una terminologia specializzata e fare una traduzione corretta dei nomi. Chi tiene la presentazione potrà decidere dimensioni, posizione e aspetto dei sottotitoli.  Se questa novità vi può tornare utile, sappiate che sarà pubblicata a fine gennaio 2019, a beneficio degli abbonati a Office 365 (la suite di applicazioni da ufficio che comprende anche PowerPoint).

Le chiamate e videochiamate con Skype, invece, promettono di diventare più accessibili grazie a didascalie e sottotitoli in tempo reale ottimizzati per essere rapidi, continui e aggiornati contestualmente al parlato degli interlocutori. Queste funzioni esistono già, ma hanno una posizione fissa all’interno della schermata e non sono sempre perfettamente sincronizzate con il parlato.

Con il prossimo aggiornamento ci saranno maggiori opzioni di visualizzazione, fra cui la possibilità di far scorrere le traduzioni in una finestra laterale. Contestualmente aumenterà il numero di lingue supportate: saranno più di 20. Usare queste funzioni è semplice: basta attivare la traduzione in tempo reale tramite l’apposito pulsante. L’aggiornamento di Skype arriverà già nelle prossime settimane.