Le preoccupazioni non vi fanno dormire? Vi svegliate agitati e in ansia? Probabilmente il vostro problema, come quello di tantissime persone, è gestire lo stress e riuscire a rilassarsi per dormire serenamente. Potrebbe essere più facile del previsto, con un “aiutino” come quello proposto dalla Maschera HYPNOS. È presentata come una maschera di ipnosi connessa, ma non sostituisce le sessioni di ipnosi. È, appunto, un supporto, che mediante stimoli visivi, vibrazioni, voci e musiche guida, promette di migliorare la qualità del sonno.

Per crearla gli sviluppatori hanno preso spunto dalle tecniche di ipnosi dello psicoterapeuta Milton Erickson, supportandole con strumenti tecnologici di ultima generazione. Esteticamente, HYPNOS è del tutto identica a una classica mascherina per riparare gli occhi dalla luce. È leggera, morbida e abbastanza flessibile.

A suo interno nasconde una parte elettrica e un connettore USB per la ricarica. La maschera comunica con lo smartphone mediante l’apposita app e la connessione senza fili Bluetooth. Il software serve per selezionare la modalità d’uso che vi occorre, e per quanto tempo prolungarla. Una voce incoraggia a usare l’immaginazione per proiettarvi in un mondo più pacifico. I sei LED presenti e le vibrazioni leggere facilitano il relax.

Alcune modalità di relax sono già presenti nell’app al momento dell’installazione, molte altre si possono scaricare gratuitamente. Potete usare HYPNOS per un banale pisolino, impostando l’ora in cui dovrete essere svegliati. La maschera vi aiuterà a respirare in modo rilassato, e terminato il pisolino simulerà una luce naturale per svegliarvi dolcemente. Fra le opzioni però c’è molto di più: fra i temi che potete scegliere ci sono intrattenimento, storia, musica, terapia del dolore, autoipnosi, e molto altro.

Il magazine francese Objetconnecte ha pubblicato una prova in cui certifica l’ottima qualità delle registrazioni, le voci piacevoli, e il fatto che HYPNOS sia uno strumento appropriato per l’uso a cui è destinata. Le voci guida non sono noiose, il tono delle voci dà profondità e importanza alla narrazione. Da non sottovalutare il potere dell’accompagnamento musicale, che in alcune circostanze aiuta a “proiettare” l’utente in un altro luogo.

Come accennato, HYPNOS offre anche un accompagnamento visivo. Quando gli occhi sono chiusi, i LED all’interno della maschera scandiscono il ritmo del suono e sono di supporto per regolare la frequenza della respirazione. Non pensate alle luci della discoteca! Semplicemente, quando i LED si accendono bisogna inspirare profondamente, quando si spengono espirare lentamente. In ultimo, piccole vibrazioni hanno la funzione di rendere l’esperienza molto più reale e concreta.

Se questo articolo vi sembra interessante, sappiate che la maschera HYPNOS costa 199 euro, si può acquistare online, ha un’autonomia di una settimana in modalità ipnosi, e richiede due ore per ricaricarsi completamente. Se consideriamo una recente ricerca di Federchimica Assosalute, 9 italiani su 10 soffrono di stress. Questa maschera potrebbe diventare il toccasana dei tempi nostri. In alternativa, ricordate i consigli degli esperti: per combattere lo stress, oltre alla meditazione sono salutari sport e dieta sana. Regalatevi un abbonamento in palestra!

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L'abbiamo deciso perchè siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un'informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Google Pixel 3 XL è una bomba nelle foto in notturna. Merito del software

next
Articolo Successivo

Smascherata l’illusione della navigazione sicura, le app VPN gratuite sono un colabrodo

next