Sostituiva le confezioni originali con una scatola semi-vuota in negozi e centri commerciali. I Carabinieri della Stazione Roma San Lorenzo in Lucina hanno fermato e arrestato il ”mago” del furto, che era diventato in poco tempo l’incubo dei negozi di telefonia del centro della Capitale: con l’abilità di un consumato prestigiatore, riusciva, anche davanti ai dipendenti dei centri specializzati, a scambiare la confezione contenente lo smartphone di ultimo grido con una scatola identica, al cui interno aveva precedentemente inserito delle mezze torce per riprodurre il peso dell’imballo originale. Nel video, il suo gioco di “prestigio”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Hacker, attacco massiccio via mail: “Hai visto siti porno, adesso pagaci”. La polizia: “Cambiate password”

next
Articolo Successivo

Leggi razziali, a Pisa le università chiedono scusa 80 anni dopo le espulsioni di prof e studenti: “Mai più obbedire”

next