Continuano i cambiamenti in casa Rete4: Gerardo Greco dal 10 agosto sarà il nuovo direttore responsabile del Tg4. Codirettrice Rosanna Ragusa – già alla guida di testate giornalistiche Mediaset, tra cui l’agenzia interna NewsMediaset. A renderlo noto è la stessa azienda in una nota. “L’ingresso di Gerardo Greco alla guida del Tg4 anticipa un altro importante rinnovamento, quello di tutta Retequattro. Dalle prossime settimane metteremo in atto una vera e propria rivoluzione”, commenta Mauro Crippa, Direttore generale informazione della società.

L’ingresso di Greco a Mediaset fa quindi parte del piano di rinnovamento che l’azienda ha in programma per l’intero canale. “Un nuovo access prime time, quattro nuovi programmi di informazione, attualità e divulgazione in prima serata” fanno sapere nella nota, “Sfide che potremo affrontare solo così, riorganizzando le nostre news per essere sempre più efficienti e più efficaci”. Greco ha svolto in Rai gran parte della sua esperienza professionale: corrispondente per il Tg2 dagli Usa e direttore del Giornale Radio Rai e di Radio1. Negli ultimi anni ha condotto prima il programma Uno mattina Estate e dal 2013 al 2017 Agorà su Rai3. “Sarà un nuovo Tg4” concludono dall’azienda.

 

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

M5s, parte della stampa lo demonizza. Ma dittatura e fascismo non appartengono al Movimento

prev
Articolo Successivo

La Repubblica all’attacco di Travaglio: con che faccia!

next