Nel 2007 la Fiat lanciò il nuovo modello della 500. E lo fece, in tv, con uno spot che conteneva le immagini di Falcone e Borsellino, delle manifestazioni degli operai a Mirafiori, di Margherita Hack, Pertini, Gaber e tanto altro ancora. Il 4 luglio di quell’anno, intervistato da La Stampa, Sergio Marchionne confessò di aver concepito e scritto la sceneggiatura della pubblicità: “Ora la Fiat non creperà più. Torniamo a vedere la luce – disse – e puntiamo a diventare i migliori“.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Sergio Marchionne morto, l’addio di John Elkann: “Se n’è andato l’uomo e l’amico. Per sempre riconoscenti”

next
Articolo Successivo

Calenzano, arrestato prete di 70 anni: “Sorpreso semi nudo in auto con bimba”. Lui si difende: “Ha preso lei l’iniziativa”

next