Come già accaduto al Giro d’Italia, inizia in salita anche il Tour de France di Chris Froome. Dopo i fischi del pubblico e gli attacchi di Vincenzo Nibali nel corso della presentazione di venerdì, l’inglese del Team Sky è rimasto vittima di una caduta nel finale della prima tappa ed è arrivato al traguardo con 50 secondi di ritardo rispetto al resto del gruppo, insieme ad altri big come Adam Yates della Mitchelton-Scott e Richie Porte della BMC. Ancora più staccato il colombiano Nairo Quintana della Movistar, vittima di una foratura nel finale.

Fernando Gaviria ha invece vinto la tappa da Noirmoutier-en-l’Ile a Fontenay-le-Comte di 201 km. Il colombiano della Quick-Step Floors ha preceduto in volata il campione del Mondo Peter Sagan della Bora e il norvegese Alexander Kristoff dell’UAE Team Emirates. Gaviria, all’esordio assoluto al Tour, è anche la prima maglia gialla.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Dazi auto Usa, Merkel: “siamo pronti a negoziare una riduzione generale”

prev
Articolo Successivo

Formula 1, Gp Silverstone: vince Vettel davanti a Hamilton e Raikkoken. Rimonta show dell’inglese dopo il contatto al via

next