Blitz del Ros contro i clan leccesi della Sacra corona unita: 33 gli arresti che i carabinieri stanno eseguendo nella provincia di Lecce nei confronti di esponenti di due gruppi criminali federati al clan “Tornese” di Monteroni. Nell’ordinanza di custodia cautelare, emessa dal gip su richiesta della procura distrettuale antimafia di Lecce, si contestano le accuse di associazione mafiosa, traffico di stupefacenti, estorsione, detenzione e porto abusivo di armi e altri reati aggravati dal metodo mafioso.

Il provvedimento restrittivo, riferiscono i militari del Ros, scaturisce da un’attività investigativa che ha ricostruito gli assetti organizzativi della frangia salentina della Sacra corona unita, le attività di narcotraffico e i tentativi di infiltrazione dei clan in alcuni settori economici del litorale di Gallipoli, in particolare quello ittico e del servizio di security presso i locali pubblici.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Lecce, 2 arresti nel clan Coluccia: “Era un ‘organo giurisdizionale’ per problemi tra privati. Match comprati dal Galatina”

prev
Articolo Successivo

Scu, sequestri per 6 milioni di euro nel Salento: sigilli a bar, sale slot e aziende del settore alimentare e della ristorazione

next