“Mi pare che Conte si sia fatto un po’ raggirare, infatti Salvini che è competente sulla materia ha dovuto un po’ smorzare i toni trionfalistici di Conte che invece, un po’ per inesperienza, è tornato convinto di aver ottenuto una grande vittoria”. Lo ha detto Giorgia Meloni intervenuta a margine del Festival del lavoro presso il MiCo a Milano, commentando l’esito del vertice Ue e l’accordo sui migranti. “A me pare non sia cambiato nulla e sono preoccupata, se l’Italia vuole cambiare qualcosa deve alzare la voce e chiedere una missione europea. Conte incapace? Non so, probabilmente l’inesperienza di Conte non ha aiutato, forse sarebbe stato meglio ci fosse andato Salvini. Macron? Deve smetterla di darci lezioni e spiegarci perché noi dobbiamo accogliere i profughi causati dai bombardamenti francesi sulla Libia nel 2011″.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Vertice Ue sui migranti, Schlein: ‘Italia sconfitta, vince Orban’. Minniti: ‘Cambio del trattato di Dublino è un macigno’

prev
Articolo Successivo

Trani, l’amministrazione si impegna: “No a rinviati a giudizio nelle partecipate”. Ma poi sceglie un imputato per i rifiuti

next