All’alba il neo sindaco Francesco Rucco, che a Vicenza riuniva il centrodestra con Lega, Forza Italia, Fratelli d’Italia e tre liste civiche, si è presentato davanti ai suoi sostenitori. L’avvocato vicentino ha vinto col 50,64% dei voti, portando via la città al centrosinistra, che la amministrava da due mandati (il candidato avversario, Otello Dalla Rosa, si è fermato al 45.87%). Quando le persone in strada hanno iniziato a urlare “Rucco sindaco”, il primo cittadino, con un sorriso, ha chiesto di abbassare i toni, considerato che le persone stavano ancora dormendo.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Amministrative 2018, i risultati in Veneto. La Lega riconquista Treviso e Vicenza. Pd umiliato, Fi sparita, M5s ridimensionato

prev
Articolo Successivo

Amministrative, il ritorno di Scajola: a Imperia è il più votato. Al ballottaggio sfiderà l’uomo di Toti: “Modello patacca”

next