L’aumento vorticoso dello spread, il differenziale tra i titoli di stato tedeschi e quelli italiani, in forte aumento in questi giorni, è “conseguenza dell’instabilità”. Banchieri e imprenditori, riuniti nella sede di Bankitalia per la relazione annuale del governatore Ignazio Visco, lo hanno confermato. Ma mentre per Vincenzo Boccia, presidente di Confindustria, “le nuove elezioni stabilizzeranno la situazione, con un percorso lineare, il vero nodo sono le politiche che chi vincerà le elezioni, metterà in campo”, per l’amministratore delegato di Banca Mediolanum, Massimo Antonio Doris: “Le elezioni aumenteranno l’instabilità. Prima, con il governo M5S-Lega, lo spread non era stabile”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Elezioni, da Renzi a Boldrini appello all’unità. L’idea di un Fronte democratico anti M5s e Lega

next
Articolo Successivo

Oettinger, M5s: “Si dimetta e Juncker smentisca”. Salvini: “Bruxelles senza vergogna”. Il Pd: “Dichiarazione stupida”

next