Una bimba di 4 anni è morta nel pomeriggio di ieri all’Ospedale civile di Brescia. La piccola era arrivata nella struttura lo scorso 31 marzo già in gravi condizioni ed è morta a causa delle complicanze di un’otite: da una banale infiammazione era infatti insorto un ascesso della fossa cranica posteriore, che è stato poi la causa del decesso, come appurato dai chirurghi che l’hanno operata.

La piccola, che da un mese e mezzo aveva febbre e dolori al collo, era stata portata prima all’ospedale di Manerbio e poi alla Poliambulanza per una visita, senza essere ricoverata. Allora i genitori, secondo quanto riportato dal Giornale di Brescia, hanno portato la piccola, le cui condizioni sono apparse molto gravi, a Brescia, dove è deceduta nel pomeriggio di giovedì nel reparto di Rianimazione pediatrica. Il ministro della Salute Beatrice Lorenzin ha deciso di inviare gli ispettori ministeriali per fare chiarezza su quanto accaduto nelle strutture coinvolte. Il caso della bambina è stato segnalato alla Procura che ha aperto un’inchiesta, al momento senza indagati. I genitori hanno deciso di donare i suoi organi, per cui fegato e reni sono stati già espiantati e andranno a tre bambini diversi.

 

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Terremoto L’Aquila, fiaccolata notturna in ricordo delle vittime a nove anni dal sisma. Oggi lutto cittadino

next
Articolo Successivo

Rom, Associazione 21 Luglio: “Segregati in campi costati 100 milioni in cinque anni”. Roma, nel piano di Raggi “molte criticità”

next