Venere e Giove offriranno uno spettacolo visibile a occhio nudo, a condizione di alzarsi presto lunedì mattina. I due pianeti più luminosi si “baceranno” poco prima dell’alba. Alle 6 del mattino e per la successiva mezzora, finché non sorgerà il sole, la congiunzione farà scintillare il cielo.

“Se nuvole e pioggia lo permetteranno, la congiunzione fra Venere e Giove è uno spettacolo da non perdere”, ha osservato l’astrofisico Gianluca Masi, responsabile del Virtual Telescope. “Le ore migliori per ammirarlo sono quelle che precedono l’alba, dalle 6 in poi – aggiunge – prima che il cielo cominci a diventare più chiaro”.

Una levataccia ripagata dallo spettacolo perché “i pianeti coinvolti sono molto luminosi”, mentre il cielo sarà ancora nella fase dell’aurora. Basti pensare, spiega Masi, “che Venere è il più brillante nel cielo, secondo soltanto a sole e luna, seguito immediatamente da Giove”. La congiunzione sarà facile da ammirare a occhio nudo guardando verso Est, a condizione che l’orizzonte in quella direzione sia libero.

I due pianeti saranno inoltre “molto vicini”, circa 700 milioni di chilometri, anche se non come lo sono stati nell’agosto 2016, ma molto più di quanto lo saranno nel loro prossimo incontro, previsto il 22 gennaio 2019.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Gli stereotipi di genere anche nel cervello: segnali di errore se si violano i cliché

next
Articolo Successivo

Mar Tirreno, scoperti 7 vulcani sottomarini. Fanno parte della ‘catena del Palinuro’

next