“Il decreto svuota-carceri? In questo Paese, anziché costruire altre carceri e rieducare le persone per riabilitarle, si è deciso di non mandare chi dovrebbe andarci. Questo è stato fatto per i colletti bianchi, gli stessi che spesso fanno parte del ceto politico o sono loro amici“. Sono le parole pronunciate a L’Aria che Tira (La7) dal direttore de ilfattoquotidiano.it e del FQ Millennium, Peter Gomez, che cita anche Cesare Previti: “Corrompeva i giudici, commettendo il reato non di sangue peggiore che si possa fare in questo Paese. E si è fatto tre giorni di galera. Le norme sono state create ad hoc con questo scopo: gran parte della classe politica vuole che la giustizia non funzioni, perché una giustizia che non funziona permette di salvare loro e i loro amici“. Gomez commenta le parole di Gigliola Bono, ospite in studio e madre di Monia Del Pero, una ragazza di 19 anni assassinata nel 1989 per mano dell’ex fidanzato, che fu condannato a 10 anni e 8 mesi per omicidio volontario, ma che in carcere ne ha trascorsi solo 5. “Concedendo il rito abbreviato a uno stupratore, lo Stato è complice del reato” – commenta la mamma di Monia – “A questo punto, bisognerebbe processare anche lo Stato“. Il direttore del Fatto online concorda e spiega: “In Italia le condanne sono totalmente virtuali. Quando vieni condannato fino a 4 anni, neanche ci passi per il carcere nel 90% dei casi. Con la riforma svuota-carceri, votata da tutti tranne che dalla Lega e dal M5S, hai 150 giorni di sconto all’anno: sostanzialmente per ogni anno hai uno sconto di mezzo anno e ti abbuonano circa sei mesi”

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

GIUSTIZIALISTI

di Piercamillo Davigo e Sebastiano Ardita 12€ Acquista
Articolo Precedente

Udine, vino Sauvignon “aromatizzato”: 41 patteggiamenti per produttori e aziende

next
Articolo Successivo

Trapani, nuove accuse all’ex vescovo Micciché: “I soldi per i bambini autistici in un attico nel centro di Roma”

next