Una bambina di un anno è morta azzannata da due pitbull di famiglia. È accaduto a Flero, in provincia di Brescia. Grave ma non in pericolo di vita il nonno che ha provato inutilmente a salvarla. Tutto è successo intorno alle 19.30, quando la piccola, da sola in casa con l’anziano, è stata letteralmente ‘assaltata’ dagli animali mentre giocava in giardino. Il nonno ha provato a intervenire ma è stato ferito a morsi senza riuscire a sottrarla ai cani. Secondo quanto riferito dai carabinieri locali i vicini hanno chiamato subito 118 e forze dell’ordine.

Quando sono arrivati i carabinieri, che per riuscire a entrare nel cortile dell’abitazione hanno soppresso i cani, la bimba era già senza vita. Sono state fatali le ferite alla testa. Il nonno è stato ricoverato in ospedale con varie ferite, ma non è in pericolo di vita. Sotto choc come lui anche la madre della piccola, una giovane bresciana. I carabinieri indagano per capire cosa abbia fatto scattare l’attacco dei pitbull, razza spesso nota come molto aggressiva. Proprio un anno fa il Ministero della Salute aveva prorogato l’ordinanza sulla tutela dell’incolumità pubblica dall’aggressione dei cani. Dal 2008 invece l’ordinanza che prevede la lista delle razze pericolose è stata eliminata.

 

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Milano, Sala ferma la proposta del suo assessore di deporre fiori per i caduti di Salò: “Nessuna corona al Campo X”

prev
Articolo Successivo

Roma, emergenza sanitaria e scabbia nel campo rom di Castel Romano. Dopo due anni di allarmi inascoltati

next