Hanno proclamato lo stato di agitazione e sono scesi in piazza per farsi sentire: con qualche centinaio di rappresentanti i Vigili del Fuoco hanno colorato piazza Montecitorio stamane chiedendo più uomini e più mezzi. “Non ce la facciamo più – spiega Raffaele Cozzolino rappresentante Cgil Napoli – per ovviare all’emergenza sul Vesuvio necessitiamo di piccole attrezzature che non abbiamo”. Gli fa eco Josè Sudano del comitato nazionale: “È vero, dopo la cancellazione della forestale qualche disguido organizzativo c’è, ma in prima linea a spegnere gli incendi ci siamo noi. Ci sono tanti giovani preparati pronti ad entrare e le assunzioni non sono più rimandabili. A Minniti chiediamo uomini, mezzi e salario“.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Giovani italiani, tra i più poveri e meno occupati. Ma tra i millennials c’è chi reagisce

prev
Articolo Successivo

Scuola Normale di Pisa: se scioperano gli spazzini, allora anche gli intellettuali hanno fallito

next