L’Europa ci sta abbandonando? “Siamo alle solite. Senza considerare quello che sta succedendo al Brennero. Ovvero, assolutamente nulla“. Lo ha detto Angelino Alfano, commentando la volontà di chiudere la frontiera annunciata dal governo austriaco. Una dichiarazione che ricalca quella del ministro dell’Interno Minniti: anche il titolare del Viminale ha definito quella dell’Austria una “iniziativa ingiustificata”. Alfano l’ha ribadito. “Lì non passano migranti e la frontiera è gestita con grande efficienza”, ha assicurato il ministro degli Esteri oggi a Roma, a margine di un convegno dal titolo “Popolari al bivio” con Ciriaco De Mita. “Anche l’anno scorso hanno minacciato la creazione di un muro. Poi sono stati chiamati a dire che sarebbe stato inutile”. La Farnesina ha convocato l’ambasciatore austriaco a Roma, René Pollitzer. “Vogliamo fare presente che riteniamo la mossa priva di fondamento: contestare all’Italia un’emergenza immigrazione che non ha impatto sull’Austria. Dovrà riferire a Vienna il nostro stato d’animo di sorpresa e di giudizio di ingiustificabilità di quello che si prospetta”.

Diventa sostenitore,
fai parte della redazione.
Abbiamo bisogno di te.

I nostri Sostenitori partecipano alle riunioni di redazione in diretta streaming, suggeriscono spunti e notizie, navigano il sito senza pubblicità, consultano gratuitamente l’archivio del giornale. Potranno inoltre accedere al numero di aprile di Fq Millennium e a Loft, la nostra piattaforma Tv, per 3 mesi. Hanno un blog dedicato per pubblicare le loro analisi. Insomma sono fondamentali per la nostra comunità. E in questo periodo di crisi lo sono anche per coprire economicamente parte del lavoro della nostra redazione. Diventa anche tu Sostenitore. Clicca qui Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

M5s Sicilia, scelti in rete i 62 candidati consiglieri. Tra gli aspiranti ex manager della sanità imputato: “Sarà rimosso”

next
Articolo Successivo

Livorno, “azienda dell’acqua privatizzata scaricando i debiti sul Comune: per i cittadini resta un conto da 41 milioni”

next