Ai microfoni di Radio Maria aveva detto alla senatrice Pd Monica Cirinnà: “Arriveranno anche i suoi funerali”. Oggi padre Livio Fanzaga, direttore dell’emittente vaticana, è stato sospeso dall’Ordine dei Giornalisti per quelle frasi pronunciate contro la promotrice della legge sui diritti civili. La quale però lo invita in Senato per incontrarlo “in nome del dialogo tra le differenze e la riconciliazione”.

“Questa qui mi sembra la donna del capitolo 17esimo dell’Apocalisse”, aveva detto padre Fanzaga nei giorni della discussione in Parlamento della legge sulle unioni civili. Aveva paragonato Monica Cirinnà – prima firmataria della legge – alla prostituta di Babilonia, lanciandosi in un’invettiva contro le donne. “Adesso brinda a prosecco, alla vittoria” aveva continuato, riferendosi all’approvazione del testo di legge sulle unioni civili “ma arriverà anche il suo funerale. Glielo auguro il più lontano possibile, ma arriverà anche quello”. La frase era stata subito segnalata dalle pagine Facebook di attivisti per i diritti civili, sollevando l’indignazione degli ascoltatori. Il ricorso presentato dal sacerdote alla Corte d’Appello di Milano è stato rigettato, e padre Fanzaga dovrà sospendere la sua attività per 6 mesi.

“Apprendo da fonti di stampa della condanna alla sospensione per 6 mesi dall’Albo di padre Livio Fanzaga” ha dichiarato la senatrice in una nota. “A seguito delle espressioni ritenute offensive nei miei confronti. Gli scriverò oggi stesso per invitarlo in Senato per un incontro in nome del dialogo tra le differenze e la riconciliazione, tema che considero centrale per la crescita culturale e civile della nostra società e sul quale ognuno di noi è chiamato a contribuire”.

In passato gli speaker dell’emittente radiofonica erano stati protagonisti di diverse posizioni controverse: padre Giovanni Cavalcoli a novembre era stato sospeso per aver definito il terremoto del Centro Italia un “castigo divino contro i peccati come “le unioni civili”. Lo stesso padre Fanzaga, in un’altra occasione, aveva definito le famiglie arcobaleno “sporcizia.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Di Maio: “I nostri valori quelli di Berlinguer e Almirante”. Ironia in rete: “Solo non si vedono i due leocorni”

next
Articolo Successivo

Filippo Facci, propongo un euro di risarcimento per ogni vittima collaterale

next