“I leader del G7 ‘banchettano’ mentre 30 milioni di persone sono minacciate dalla fame”, è il messaggio lanciato con un flash-mob sul lungomare di Giardini Naxos. “Nel mondo ci sono 30 milioni di persone a rischio fame: bisogna trovare una soluzione alle crisi umanitarie e ai conflitti in Sud Sudan, Yemen, Somalia e Nigeria”. E’ l’appello che l’Oxfam invia ai Leader del G7 di Taormina sottolineando che il primo passo che possono compiere è stanziare circa la metà (circa 2,9 miliardi di dollari) dei fondi richiesti dall’Onu per far fronte alle più gravi emergenze umanitarie che il mondo stia vivendo oggi. E chiedendo attenzione e impegno anche sul fronte dei migranti e del clima.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Pillola anticoncezionale a pagamento, i medici di famiglia: “Danno per donne più povere. In Italia solo l’aborto è gratis”

next
Articolo Successivo

Carceri, rapporto Antigone: “Più persone in cella anche se i delitti diminuiscono. Cresce repressione verso margini società”

next