Furia incontrollabile per Giuliano Cazzola, ex deputato Pdl, nel corso di Dimartedì (La7). Casus belli: un’intervista registrata all’ex ministro del Lavoro del governo Monti, Elsa Fornero, la quale, dinanzi alla promessa del M5S e della Lega di cancellare la sua legge, bacchetta con toni severi i suoi detrattori. “Auguri agli italiani” – dichiara – “e non certo a questi politici. E’ una mera illusione trovare le risorse, in campagna elettorale è molto facile promettere. I politici più spudorati, poi, promettono l’impossibile. Cancellare quella legge è impossibile. Gli italiani farebbero bene a guardarsi da questi apprendisti stregoni che promettono ricette irrealizzabili“. Tranchant il commento del segretario della Lega, Matteo Salvini, ospite in collegamento: “Alla signora Fornero invidio la serenità, la tranquillità, la faccia tosta con cui parla di una riforma che ha gettato nella disperazione milioni e milioni di italiani”. Tra gli applausi in studio, si ode l’urlo di Cazzola che dà del ‘bugiardo’ al capo del Carroccio. Salvini continua: “Io non riuscirei ad avere la sua stessa compostezza in quel collegamento da Parigi, coi libri dietro la schiena”. “Lei si dovrebbe vergognare” – ribatte Cazzola – “perché fa il surf sulle paure degli italiani. E stia zitto!“. Il conduttore Giovanni Floris cerca di sedare la bagarre e lo interrompe, ma viene rimbrottato con veemenza dall’ex parlamentare: “Mi sono rotto le palle di questo suo metodo di condurre!“. “Va bene, ci ha spiegato il suo punto di vista”, replica Floris. “Non è un punto di vista” – si infuria Cazzola – “Sono i dati dell’Inps! Si vergogni anche lei, Floris!“. “Ricoveratelo“, commenta Salvini, che congiunge le mani e scoppia a ridere

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L'abbiamo deciso perchè siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un'informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore

SALVIMAIO

di Andrea Scanzi 12€ Acquista
Articolo Precedente

Rai, Fico (M5s): “Non ho mai alzato il telefono per condizionare tg, a differenza dei miei predecessori”

next
Articolo Successivo

Rai, Scanzi vs Fusani: “Renzi? I suoi fallimenti non li conto più”. “Ti invidio per le tue certezze”

next