“Una buona legge elettorale che garantisca governabilità e rappresentatività”. Una frase buona per tutte le stagioni. E per tutte le leggi elettorali. E’ lo stesso (nuovo) relatore di maggioranza, il deputato dem Emanuele Fiano a dichiarare con precisione questa frase sia per l’Italicum, sia per la legge elettorale, il cui nuovo testo base, in queste ore verrà depositato in Commissione affari Costituzionali a Montecitorio. Sull’Italicum Fiano aggiunse, il 28 aprile 2015 in una dichiarazione rintracciabile sul sito del Partito Democratico, che “rispetta la Costituzione”. Quella legge fu bocciata perché incostituzionale dalla Consulta.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Consip, “attacco alla democrazia”: Orfini (Pd) accusa il Fatto. E sulle intercettazioni dice le stesse cose che diceva Berlusconi

next
Articolo Successivo

Consip, contro Renzi violenza mediatica intollerabile – La risposta di Gomez

next