“Una buona legge elettorale che garantisca governabilità e rappresentatività”. Una frase buona per tutte le stagioni. E per tutte le leggi elettorali. E’ lo stesso (nuovo) relatore di maggioranza, il deputato dem Emanuele Fiano a dichiarare con precisione questa frase sia per l’Italicum, sia per la legge elettorale, il cui nuovo testo base, in queste ore verrà depositato in Commissione affari Costituzionali a Montecitorio. Sull’Italicum Fiano aggiunse, il 28 aprile 2015 in una dichiarazione rintracciabile sul sito del Partito Democratico, che “rispetta la Costituzione”. Quella legge fu bocciata perché incostituzionale dalla Consulta.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Consip, “attacco alla democrazia”: Orfini (Pd) accusa il Fatto. E sulle intercettazioni dice le stesse cose che diceva Berlusconi

next
Articolo Successivo

Consip, contro Renzi violenza mediatica intollerabile – La risposta di Gomez

next