“Sul tema delle famiglie abbiamo la nostra ‘carta dei diritti‘, e questo sarà il nostro metro di misura. Su altre cose che leggo e sento vorrei dire che il governo ha fatto votare al Parlamento una legge di abrogazione, se rintroduce i voucher la prima cosa che faremo è un appello alla Cassazione“. L’ha dichiarato Susanna Camusso segretaria generale della Cgil, parlando a margine dell’evento di Progetto lavoro 4.0. La leader della Cgil rispondeva in merito al “Libretto familiare“, una carta ricaricabile simile ai voucher, con la quale pagare i non assunti in pianta stabile e da utilizzare in modo saltuario.

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Jobs Act degli autonomi, è legge. Più tutele per la maternità, nulla sull’equo compenso: sabato professionisti in piazza

next
Articolo Successivo

Francia, operai che rischiano di perdere il lavoro minacciano: “Abbiamo minato la fabbrica con bombole a gas”

next