“Lasciate in pace Gramsci, lasciatelo in pace”. Con queste parole alcuni ragazzi hanno accolto il presidente del Pd Matteo Orfini alla tomba di Antonio Gramsci al cimitero acattolico di Roma. “Voglio che il comunismo sia per quelli che ci credono, non per quelli che lo hanno svenduto – ha detto uno degli studenti – Lei crede alla lotta di classe, lei è comunista?”, chiede poi rivolto a Orfini, invitandolo ad andare via. “Non si strilla sulle tombe, porti rispetto ai morti, sta facendo uno show in un cimitero – ha replicato il presidente del Pd -. Ognuno di noi onora  come crede, poi possiamo andare fuori e parlare”

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Migranti, il procuratore di Catania: “Ong finanziate dai trafficanti”. Dopo le critiche precisa: “Sono ipotesi, non prove”

prev
Articolo Successivo

Migranti e ong, basta con i magistrati opinionisti

next